Cosa facciamo

 

“Facciamo quello che diciamo, diciamo quello che facciamo”

CoViBio è Consorzio dei Vignaioli Biodinamici. In comune abbiamo lo stesso modo di fare vino e la voglia di unirsi e collaborare, nella convinzione che lavorare in sinergia sia occasione di accrescimento per tutti. CoViBio si concretizza in una soluzione organizzativa mirata ad ottimizzare le componenti dispendiose, spesso fragili, del lavoro di tanti piccoli produttori: logistica, sviluppo commerciale, gestione contabile-amministrativa. Un magazzino comune, spedizioni e fatturazioni centralizzate, catalogo unico, a supporto di una rete commerciale integrata, sono alcuni tra i punti di forza. Il consorzio dunque non è un intermediario, ma un prestatore condiviso di servizi. Tutti i consorziati fatturano con i propri prezzi d’origine tramite CoViBio; ci proponiamo con un catalogo e un listino unici, comunichiamo con i clienti, per gli aspetti logistici e commerciali, tramite consorzio. Ognuno promuove anche i vini degli altri soci, perchè siamo convinti che da questa sinergia tutti possiamo trarre benefici. Lo scopo è insomma unire le forze per poter dare un servizio migliore ad una clientela anche molto diversificata, ottimizzando la nostra attività senza dover far parte di distribuzioni organizzate. Insieme è meglio: per noi organizzazione e ottimizzazione, per voi efficienza e diversificazione.

Vini senza compromessi

L’avventura del Consorzio nasce dal comune obiettivo di produrre vini unici ed espressione massima del loro territorio, nel rispetto della terra e della sua biodiversità.

I nostri vini sono frutto di processi di fermentazione spontanea, non subiscono aggiunte di lieviti selezionati e non necessitano di moderni interventi enologici. Sono vini che esprimono la forza e l’equilibrio del lavoro svolto in vigna, volti ad esaltare le unicità territoriali.

Non “estremi”, ma puri e di grande qualità, carattere e profondo legame con il terroir d’origine. Vini frutto di un’agricoltura che rispetta l’ambiente, favorisce la biodiversità, conserva la fertilità della terra ed esalta l’individualità degli uomini che ad essa si dedicano. Per noi è fondamentale il confronto e lo scambio di idee ed esperienze, e crediamo molto nell’accrescimento reciproco che un’esperienza come CoViBio può dare a ciascuno di noi.

Da regolamento, noi di CoViBio:

  • seguiamo i principi dell’agricoltura biodinamica moderna
  • vendemmiamo manualmente
  • lasciamo fermentare spontaneamente
  • non usiamo: lieviti selezionati, enzimi, additivi (aromatici, stabilizzanti, chiarificanti), filtrazioni sterili
  • abbiamo come limiti per la solforosa di 60mg/l per i rossi, 80mg/l per i bianchi, 100mg/l per i mossi e dolci.